Questa prima parte del 2017 ha registrato una forte ripresa del fronte europeista, grazie alle affermazioni elettorali in Austria, Olanda e Francia delle forze politiche che si sono opposte al populismo sulla base di un rilancio del processo di unità europea. A questi importanti risultati non sono state estranee le grandi manifestazioni di piazza dei mesi scorsi (coronate con il 25 marzo a Roma) che hanno visto migliaia di cittadini europei chiedere a gran voce l’unità politica dell’Europa contro il nazionalismo e il sovranismo e come risposta efficace alla crisi politica, economica e sociale del nostro continente. La riflessione su come procedere in questa direzione è stata al centro del dibattito del Movimento Federalista Europeo nel suo 28° Congresso (Latina, 28-30 aprile 2017) di cui si dà conto in questo numero 3/2017 de L’Unità Europea. I temi della sicurezza e del consolidamento dell’Eurozona rappresentano il primo banco di prova su cui misurare la volontà politica di andare avanti, unitamente a quello del controllo democratico europeo. Sono le sfide che ci attendono nei prossimi due anni, per poter passare ad una lotta politica effettivamente europea, condizione essenziale perché si esca dalle secche della politica nazionale (le aporie del passato, per dirla con Altiero Spinelli) e possa nascere un potere federale europeo.


Leggilo con

Scaricalo e leggilo in PDF

L'Unità Europea on-line >>>

 

 


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE