L’ultimo trimestre del 2017 ha mostrato, a chi ha occhi che vanno al di là della politica nazionale, importanti fatti di politica europea che mostrano segnali di un nuovo dinamismo.

 

Leggilo con

Scaricalo e leggilo in PDF

 

L'Unità Europea on-line >>>

 

Se il mese di settembre è stato caratterizzato dai discorsi di Juncker (sullo Stato dell’Unione) e di Macron (storico discorso alla Sorbona), il mese di Dicembre ci ha offerto  tre fatti che vanno tutti nella direzione di un avanzamento del processo di unificazione e dei quali si dà conto in questo numero de L’Unità Europea (6/2017).

Il primo è la proclamazione, da parte delle istituzioni europee, del pilastro europeo dei diritti sociali. Il secondo è l’avvio di una ‘cooperazione strutturata permanente” tra 25 Paesi dell’UE in tema di difesa europea. Il terzo è il progetto di riforma dell’Unione Economica e Monetaria, presentato dalla Commissione europea.

Possiamo anche aggiungere che (sempre in dicembre) la Commissione europea ha deferito Polonia, Ungheria e Rep. Ceca alla Corte Europea di Giustizia per non aver ottemperato alla “legge europea” in tema di ripartizione delle quote obbligatorie per i richiedenti asilo. E inoltre ha avviato, nei confronti del governo polacco, una procedura d’infrazione perché intravede, nella riforma che pone la giustizia sotto il controllo di fatto del governo, un attacco ai principi dello stato di diritto e dei principi democratici che sono alla base del progetto europeo

Questo positivo dinamismo della politica europea sarà al centro del dibattito nella Convenzione per un’Europa federale che i federalisti terranno a Roma (27 gennaio), per avviare un confronto con i cittadini, le forze politiche, economiche e sociali. Anche a partire dalla ‘questione italiana’, che rischia di diventare una “questione europea” se non emergerà – in campagna elettorale – un progetto concreto per un’Italia europea.


Leggilo con

Scaricalo e leggilo in PDF

L'Unità Europea on-line >>>

 

 


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE