Editoriali

  • Il momento della scelta

    Le iniziative del MFE durante la campagna elettorale (delle quali si dà conto in questo numero del giornale) hanno avuto il merito di porre il problema della “scelta di campo” cui il Paese è e sarà chiamato nel prossimo futuro: dentro il gruppo dei Paesi che vorranno avanzare verso una federazione nell’area della sicurezza e dell’economia oppure ai margini del processo.

    Letti tutto ...

  • Il senso di una mobilitazione

    L’immobilismo del sistema che governa l’Unione Europea sta producendo danni enormi ai cittadini europei e alle stesse istituzioni. Se fare l’Europa dipende anche da noi, il 60° Anniversario dei Trattati di Roma è l'occasione per battersi per dare all'Europa le risorse e gli strumenti per farla uscire da questo stato di minorità..

    Letti tutto ...

  • Il terrorismo e il vuoto di potere in Europa

    Il terrorismo vede l’Europa come ventre molle degli equilibri mondiali e la colpisce nei suoi punti centrali: Parigi, Bruxelles, Berlino. Serve un forte shock popolare per mostrare che l’avanguardia del popolo europeo ha un progetto per dare risposte immediate alla crisi europea.

    Letti tutto ...

  • Il vuoto di potere che minaccia l’Europa

    L’azione criminale compiuta a Barcellona ci mostra ancora una volta come i singoli stati né l’UE non possono fornire una risposta efficace contro il terrorismo e che un governo federale rappresenta la condizione necessaria per poter definire una strategia efficace nell’area della sicurezza.

    Letti tutto ...

  • L'idra nazionalista

    Comunicato del MFE (5 marzo)

    L'Europa non ha mai fatto fino in fondo i conti col nazionalismo, pensando che bastasse far avanzare il processo di integrazione europea per vederlo scomparire dalle opzioni politiche. La  netta vittoria delle forze populiste e nazionaliste nelle elezioni italiane rende ora urgente sciogliere una volta per tutte quel nodo, creando un'Europa sovrana, unita, democratica.

    Letti tutto ...

  • La marcia della svolta

    Circa diecimila persone hanno partecipato alla Marcia per l'Europa. Il 25 marzo 2017 passerà alla storia come l’inizio della fine della rassegnazione: queste le parole del giornalista Beppe Servergnini dopo aver marciato con noi al pomeriggio a Roma.

    Letti tutto ...

  • Macron: una rivoluzione europea

    "Ciò che propongo è il varo di un bilancio dell'eurozona, tale da finanziare gli investimenti comuni, da aiutare le regioni maggiormente in difficoltà e dare una risposta alle diverse crisi."

    Letti tutto ...

  • Morire per l’Europa

    La morte di Jo Cox rappresenta un brutto salto di qualità nella lotta politica europea e un punto di svolta nell’immaginario collettivo europeo.

    Letti tutto ...

  • Per una diversa narrazione

    C'è un modo concreto per contrastare la propaganda demagogica dei movimenti anti-europei e nazionalisti: mostrare i costi che noi cittadini sopportiamo per la mancanza dell’unità politica dell’Europa.

    Letti tutto ...

  • Sfide per l’Europa

    I tempi del cambiamento del Mondo sono infinitamente più veloci di quelli in Europa. In Europa, invece, c’è sempre un motivo per rimandare, attenuare, deformare e svilire le proposte di avanzamento sul terreno dell’unificazione.

    Letti tutto ...

  • Ventotene, 22 agosto 2016. Una svolta o una celebrazione retorica?

    Editoriale. Luglio-agosto 2016.

    Letti tutto ...

  • Volontà di svolta

    Il mese di Dicembre 2017 ci ha offerto tre importanti fatti che vanno tutti nella direzione di un avanzamento del processo di unificazione europea e dei quali diamo conto in questo numero del giornale.

    Letti tutto ...


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE