18 settembre. E' stato costituito oggi a Venezia l’Intergruppo per la Federazione europea fra tutti i Consiglieri regionali che intendono adoperarsi per la trasformazione dell’Unione europea in una federazione sovranazionale e democratica, “dotata di poteri limitati, ma reali ed efficaci”.

In sintonia con altre esperienze del vecchio continente, l’intergruppo si presenta come formazione trasversale a tutti i partiti e si impegna a sviluppare, presso il Parlamento europeo, il Parlamento italiano e le altre assemplee regionali, “le più opportune iniziative per accrescere nelle istituzioni e nella società regionale una cultura favorevole all’affermazione di una vera democrazia europea”.

All’ufficio di presidenza dell’Intergruppo è stato eletto Franco Bonfante, coadiuvato nell’ufficio di presidenza da Carlo Alberto Tesserin. Presentando l’iniziativa, in compagnia di Giorgio Anselmi e Aldo Bianchin del Movimento Federalista Europeo, Bonfante ha ribadito che “il Veneto vuole interpretare un ruolo importante in una rinnovata prospettiva culturale e politica  di europeismo forte, vicino ai cittadini e utile per il rilancio economico e sociale. In questo senso il nostro gruppo di lavoro è già fonte di proposte concrete, in parte contenute nel documento politico che abbiamo oggi sottoscritto e che contiene il richiamo ad un bilancio europeo autonomo ed alla possibilità di avviare nuovi investimenti europei in grado di promuovere lo sviluppo sostenibile e l’occupazione”.

All’Intergruppo hanno già aderito 21 consiglieri regionali, tra cui Clodovaldo Ruffato e Lucio Tiozzo, che oggi hanno contestualmente approvato lo statuto-regolamento che governerà la nuova compagine: 10 articoli essenziali per operare in modo coordinato con le altre “organizzazioni ed i movimenti europeisti che operano a livello regionale”. (ANSA)

 


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE