Il 9 maggio di 68 anni fa l'allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman rendeva pubblica con un discorso ufficiale al Quay d'Orsay la sua proposta di creare un'istituzione europea per mettere in comune, innanzitutto con la Germania, la produzione del carbone e dell'acciaio. Alla base della proposta c'era l'idea di rendere impensabile il ripetersi di una guerra tra le nazioni europee dopo quella, disastrosa per l'Europa, che era terminata appena cinque anni prima; e c’era l’idea di costruire così le prime assise della federazione europea, avviando il processo che avrebbe portato i popoli europei a costruire una comunità unica. Per questo, la proposta di Schuman è considerata l'atto di nascita del processo di unificazione euopea.

 

In occasione della ricorrenza della festa dell’Europa, il Movimento federalista europeo si unisce alle celebrazioni ufficiali con le sue iniziative, con cui, oltre a ricordare i meriti dell'Unione europea, vuole anche sottolineare l’urgenza di riprendere l’obiettivo ambizioso dei padri fondatori e di portare a compimento il processo per la creazione dell'unità politica dell’europa. Senza questo passaggio l’unione europea rimane debole, perché incompleta, e non è in grado di garantire, come invece potrebbe fare se realmente unita, il nostro futuro, rafforzando  lo sviluppo e tutelando il nostro ancoraggio ai valori di libertà, democrazia e giustizia sociale.

Oggi  l'Unione  europea  è  chiamata  a  scelte  importanti  per  riformare  il  suo  sistema di governance.  Da  tempo  sono  in  discussione  proposte  anche  radicali  di  riforma  del  suo sistema  istituzionale. La principale novità di questo ultimo anno sono le proposte di riforma dell'Unione Europea di grande portata presentate da Presidente Macron e l'avvio  del  confronto  su  questo  terreno  tra  Francia  e  Germania. La  prospettiva  delle  elezioni  europee  del  2019  conferma  che  i  tempi  sono ormai  stretti; cruciali  sono  soprattutto  i punti  che  investono  il  completamento  dell'Unione monetaria:  dall'accordo  sulla  terza  fase  dell'unione  bancaria  alla  trasformazione  del Meccanismo  europeo  di  stabilità  in  un  Fondo  monetario  europeo;  dalla  creazione  di  un bilancio  specifico  per  la  zona  euro  al  ruolo  ed  ai  poteri  di  un  Ministro  delle  finanze europeo.

A questo proposito segnaliamo l'apppello elaborato dall'Unione Europea dei Federalisti (l'organizzazione europea di cui il Movimento federalista europeo costituisce la sezione italiana)  e inoltre la recente lettera del Movimento federalista europeo per sollecitare Francia e Germania a far tesoro della lezione che viene dalla crescita in Euopa delle forze nazionaliste e anti-sistema e a cercare di mettere in sicurezza la costruzione europea non attraverso il rafforzamento di regole e controlli intergovernativi, ma avviando finalmente la nascita di un vero governo federale.

Per dare una cornice comune alle diverse inizative che le sezioni del Movimento federalista europeo organizzeranno per la Festa dell'Europa, abbiamo ELABORATO una grafica che verrà sia utilizzata per promuovere le varie iniziative locali attraverso i canali social nazionali, sia potrà essere utilizzata a livello locale dalle sezioni. Qui sotto trovate il materiale ed alcune semplici istruzioni per aggiungere la grafica ideata alla propria foto del profilo di Facebook. (scarica il materiale qui).

 

 


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE