E' disponibile online (qui) e sul sito Mfe (qui) il nuovo numero de L'Unità europea. Il Direttore Antonio Longo ne accompagna l'uscita con questo breve pezzo di presentazione.

"La campagna elettorale europea è già iniziata. I movimenti populisti e nazionalisti propongono ovunque un’antica ricetta: saccheggiare le risorse pubbliche a beneficio esclusivo del cortile di casa (il proprio elettorato). Il modo più semplice è quello di distribuire carta (moneta) e vendere fumo (immaginaria crescita), a danno dei vicini di casa (i Paesi con cui si condivide la stessa moneta) e delle future generazioni (i propri figli). A loro interessa solo il consenso che garantisce il mantenimento del potere, ora e subito.

Il terrorismo colpisce in modo particolare l’Europa, vuoto di potere perché priva di un governo politico per difesa, intelligence e politica estera. Esso attacca il progetto europeo – basato sui valori di libertà, democrazia e uguaglianza - nella folle ricerca di un’identità politico-religiosa esclusiva, base del proprio potere. Anche il nazionalismo alimenta la ricerca di un’identità esclusiva, basata sul mito della nazione. Entrambi puntano, per vie diverse, ad arrestare il processo di unificazione dell’Europa e del genere umano, che si possono affermare solo nella democrazia e nello stato di diritto.

Di fronte a queste due negatività si ergono i cittadini europei. Sono coloro che vogliono costruire il proprio futuro, perché sanno che questa è la condizione per stare al mondo assieme agli altri popoli della Terra. Non chiedono protezione e sussistenza. Non chiedono nulla ai governi nazionali e non si sentono rappresentati dai partiti nazionali. Cercano nuove vie professionali per le strade d’Europa e inventano servizi e strumentazioni per la società del futuro, basata sulla conoscenza (scientifica e umanistica). Parlano tante lingue e dialogano direttamente con le istituzioni europee (Parlamento e Commissione), le uniche cui porre domande, dalle quali attendere risposte circa il proprio futuro, alle quali conferire, con la propria azione, potere crescente, giorno dopo giorno. Sono questi i cittadini europei che potranno sconfiggere populismo, nazionalismo e terrorismo. Ce lo hanno ricordato Antonio, Bartek e Jo Cox."

 


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE