L'Unità Europea N. 2017/5 settembre-ottobre

Leggilo on-line con

Scaricalo e leggilo in PDF

Sommario:
Il punto / Discorso di Macron / Crisi italiana Crisi europea / Economia / UEF Eventi Parigi / Discorso di Juncker / Catalogna e interdipendenza / Rivoluzione d'Ottobre / Osservatorio federalista / Attività delle sezioni / Il Faro di Ventotene / Seminari federalisti

Leggi gli articoli on-line ...

 

Un merito non può essere negato all'attuale Commissione: la costanza e la dedizione con cui  persegue il progetto di un mercato europeo unico per il digitale.

 

Robert Menasse si definisce un viennese la cui ambizione consiste nel far nascere un pensiero autenticamente europeo. La Brexit, le tensioni in Catalogna, i populisti dell’est? Si tratta di crisi legate alla crescita che rafforzeranno nel tempo Bruxelles, nuovo faro di una civiltà che trascende gli stati nazione destinata a diventare una “Repubblica europea”.

«L’Unione non è sinonimo di noia né di burocrazia Ma per salvarla va riformata». Il grande filosofo tedesco parte dal discorso di Menasse su Bruxelles e la Germania per poi approdare alla ‘rivoluzione’ di Macron, delineando profilo politico, intellettuale e di stile del presidente francese. Ne riproduciamo i passaggi a nostro avviso più significativi. Da la Repubblica, 28 ottobre 2017.

La riflessione sulla natura della lotta politica necessaria per la nascita della federazione europea è ben presente nel pensiero federalista, fin dagli inizi. Un primo aspetto è già stato ricordato nel numero 1/2017 (la linea di divisione tra progresso e conservazione), come pure un secondo, relativo al legame tra lotta politica nazionale e ritorno ai vecchi mali del passato (cfr. numero 3/2017). C’è poi un terzo aspetto, decisivo, che concerne il rapporto tra il potere europeo (che non c’è ancora) e la lotta politica.


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE