All’Alto Rappresentante per la Politica estera e di Sicurezza, Federica Mogherini

Signora Vice-Presidente, Cara Federica,

desideriamo esprimerLe il nostro apprezzamento e sostegno all’azione che sta svolgendo per un rilancio su basi nuove di una strategia globale dell’Europa nel campo della politica estera e della sicurezza. La Sua azione, come riferiscono le notizie di stampa a proposito della riunione informale dei ministri degli Esteri europei svoltasi a Bratislava, sembra stia facendo breccia in alcuni governi europei.

To

Angela MERKEL, Bundeskanzlerin (Deutschland)

François HOLLANDE, Président de la République (France)

Matteo RENZI, Presidente del Consiglio dei Ministri (Italia)

 

Chancellor Merkel, President Hollande, President Renzi,

in welcoming your decision to come to Ventotene, the island where the idea of a politically united and free Europe was conceived during the second world war, we appeals to you, as holders of the highest offices in the German, French and Italian institutions, to do everything within your power to relaunch the European project by promoting the establishment of an effective democratic supranational system of government of our currency, economy and security.

Come rappresentanti delle forze storiche del federalismo organizzato italiano, prendiamo atto con soddisfazione del fatto che il manifesto di Ventotene insieme al pensiero e all'azione di Spinelli siano al centro del dibattito politico europeo. Nel corso di questi ultimi mesi, l'isola di Ventotene è tornata ad essere il simbolo di chi sogna e si impegna per un'Europa politica. Per evitare derive propagandistiche e puramente retoriche, occorre tuttavia prendere pienamente coscienza di un “ritorno a Ventotene”: non bastano celebrazioni e commemorazioni per mettere in atto il lavoro di elaborazione politica inedito e rivoluzionario di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi.

 

EVERYONE TO ROME ON 25 MARCH 2017

TO DEMAND A FEDERAL EUROPE!

(pdf)

 

On 12 July 2016, Guy Verhofstadt presented to the Constitutional Affairs Committee of the European Parliament his report on the institutional reforms that are necessary in order to safeguard the future of the European Union. This report is the most advanced proposal for transformation of the European institutions in a federal direction to be set out before the European Parliament since the initiative of Altiero Spinelli during the first European legislature.

TUTTI A ROMA IL 25 MARZO 2017

PER RIVENDICARE L’EUROPA FEDERALE!

 

Il 12 luglio scorso Guy Verhofstadt ha presentato alla Commissione Affari costituzionali del PE il suo rapporto sulle riforme istituzionali di carattere federale necessarie per garantire il futuro dell’Unione. Si tratta della più avanzata proposta di trasformazione delle istituzioni europee in senso federale presentato nel Parlamento europeo dopo l’iniziativa di Altiero Spinelli durante la prima legislatura europea.

Al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi

Al Ministro degli Affari Esteri, Paolo Gentiloni

Al Ministro dell’Economia e della Finanza, Pier Carlo Padoan

Al Sotto Segretario di Stato, Sandro Gozi

Signor Presidente, Signori Ministri, Signor Sotto Segretario di Stato

l’incertezza in cui sono precipitate il Regno Unito, l’Unione europea e l’Eurozona dopo il referendum britannico rischia di avere gravissime conseguenze. Si tratta di un'incertezza ulteriormente amplificata da alcune gravi dichiarazioni da parte di diversi esponenti di governo, come il Ministro Schaeuble, e da una preoccupante tendenza a cercare di mantenere lo status quo.

Comunicato del MFE

Il colpo di grazia?

"Si è notato che l'uomo, trovandosi di fronte ad un pericolo incombente, resta di rado al suo livello abituale: si eleva molto al di sopra, o cade al di sotto. La stessa cosa accade ai popoli. I pericoli estremi, in luogo di elevare una nazione, le danno talvolta il colpo di grazia: ne sollevano le passioni senza guidarle e ne turbano l'intelligenza, invece di illuminarla... Ma presso le nazioni come presso gli uomini, è più comune vedere nascere virtù straordinarie dall'imminenza stessa dei pericoli".

Quando ha affermato che l'Europa è nata nelle crisi e si è fatta nelle crisi, Jean Monnet deve aver avuto presente la parte finale di questa famosa considerazione di Tocqueville. Ebbene, gli eventi che hanno preceduto e seguito il referendum britannico sembrano invece preconizzare l'alternativa opposta: il colpo di grazia.


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE