La Francia è tornata. Eleggendo Macron, i cittadini francesi hanno scelto con chiarezza, ancora una volta, i valori della Repubblica, e, insieme, i valori dell’Europa. Hanno confermato che la marea del nazionalismo e del populismo si può ricacciare, e che alla paura si può opporre la forza della volontà di costruire un futuro migliore.

Si è concluso oggi a Latina il XXVIII Congresso nazionale del Movimento federalista europeo, che ha discusso ed elaborato le posizioni politiche che indirizzeranno l'azione del Movimento nei prossimi due anni. Partendo dallo slogan "Verso un'Unione federale, del popolo europeo, con il popolo europeo, per il popolo europeo. Per la pace, lo sviluppo, la giustizia sociale".

Seguono il comunicato stampa emesso dalla Segreteria del Movimento federalista europeo e i documenti approvati dal Congresso.

Il 25 marzo 2017 passerà alla storia come l’inizio della fine della rassegnazione. Queste le parole del giornalista Beppe Severgnini alla trasmissione televisiva OTTO E MEZZO (La7) la sera dello stesso giorno , dopo aver partecipato alla Marcia per l’Europa.

La giornata di sabato 25 marzo, con la celebrazione del 60° anniversario dei Trattati di Roma e con lo straordinario successo della Marcia per l’Europa, la manifestazione pro-europea che il Movimento Federalista ha organizzato insieme con la nostra organizzazione europea, l’UEF, deve diventare una giornata di svolta per chiunque abbia a cuore il successo del grandioso progetto di unificazione dell’Europa.

Dottor Paolo Vacca
Segretario generale
Unione Federalisti Europei UEF
Square de Meeus, 25
1000 Brussels (BE)

 

In occasione del sessantesimo anniversario della firma dei trattati di Roma, desidero esprimere a lei, agli organizzatori e ai partecipanti alla "Marcia per l'Europa" apprezzamento per l'iniziativa.

Il percorso dii costruzione dell'Europa unita, cantiere permanente, ci chiede , di fronte alle formidabili sfide del nostro tempo, di riaffermare con convinzione, nei fatti, la perdurante attualità del progetto europeo, rafforzando la coesione interna dell'Unione sulla base di quell'insieme di valori e principi che costituiscono il nostro più prezioso patrimonio comune: democrazia, libertà, solidarietà e integrazione.

Preservarlo e trasmetterlo alle generazioni intatto ed accresciuto è dovere comune di tutti gli europei.

Per tale ragione abbiamo bisogno di maggiore integrazione e di un'accresciuta capacità di esprimerci, anche al livello internazionale, attraverso una sola voce.

Nel formulare i migliori auguri per il pieno successo della "Macia pe l'Europa", colgo l'occasione per inviare a tutti voi i miei più cordiali saluti.

 

 

Sergio Mattarella

 

Si sta costituendo in Europa un fronte di europei che non intendono dar credito alle sirene nazionalistiche e si oppongono a chi vorrebbe tornare a dividere l'Europa. Il 60° anniversario della nascita della Comunità economica europea si sta caricando di forti aspettative politiche e sta assumendo un carattere fortemente simbolico. Il Movimento federalista europeo sta organizzando insieme ad un ampio arco di forze federaliste ed europeiste una manifestazione e una serie di iniziative a Roma per far si che questo anniversario diventi l'occasione per chiedere un forte rilancio del processo di integrazione europea.

Leggilo on-line con

Scaricalo e leggilo in PDF

Appello dei 300 intellettuali / Marcia per l’Europa / Comitato centrale / Campagna per la Federazione europea / Nel Mondo / Grandi Europei /Attività delle sezioni


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE