Il Movimento Federalista Europeo e la Gioventù Federalista Europea salutano con favore la risoluzione approvata lo scorso 25 giugno dal Parlamento italiano relativa alla convocazione all'inizio del 2014 delle "Assise sull'avvenire dell’Europa" con la partecipazione di parlamentari nazionali ed europei.

In un momento così decisivo per il processo di integrazione europea, in cui più che mai i Paesi europei sono chiamati ad unirsi o perire, l’Italia può e deve svolgere un ruolo chiave per rilanciare il processo costituente europeo. Il Governo e il Parlamento italiano devono dunque farsi portatori di una chiara proposta politica volta a:

- completare l’Unione Economica e Monetaria attraverso la creazione di un Governo economico dotato di un suo bilancio e di sue risorse autonome in modo da rilanciare la crescita e superare la crisi di fiducia dell’opinione pubblica nel progetto di integrazione;

- superare il problema del deficit democratico a livello europeo rafforzando il ruolo del Parlamento europeo nel nuovo processo di integrazione economica e fiscale, coinvolgendo da subito i parlamentari della zona euro nelle decisioni relative alla governance dell’Unione economica e monetaria;

- creare un’unione federale tra i Paesi dell’Unione europea che lo vogliano a partire dalla zona euro, attraverso una cessione sostanziale di sovranità nazionale a livello Europeo.

 

 


Visualizza la mappa delle sezioni MFE Visualizza l'agenda MFE