Domenica 18 luglio si è tenuta a Benevento una riunione del Comitato Federale della GFE.

Tale evento ha dunque finalmente coinciso con la ripresa dell’organizzazione in presenza degli eventi statutari della giovanile (pur con la possibilità del collegamento e partecipazione attiva tramite Zoom). Venticinque militanti provenienti da tutta Italia hanno preso parte ai lavori, ospitati dalla costituenda sezione MFE/GFE nella cornica dell’Oratorio “Giardini Angela Merici”.

Il pomeriggio di sabato 17 luglio, nel tradizionale evento di introduzione al Comitao federale, ha avuto luogo un dibattito con la partecipazione di Antonella Pepe ( ) e Antonella Tartaglia Polcini (università del Sannio), che hanno discusso della rilevanza e degli impatti della Conferenza sul futuro dell’Europa a livello europeo ma anche locale. I due interventi principali sono stati moderati da Davide Mazzone (Tesoriere MFE/GFE Benevento), con l’introduzione di Stefano Orlacchio (Segretario GFE Benevento) e i saluti di Antonio Argenziano (Segretario nazionale GFE) e Nicole Borrillo (Vice-segretaria MFE/GFE Benevento). Ha poi preso la parola anche Matteo Gori (Presidente nazionale GFE).

Il giorno successivo si sono dunque succeduti i lavori del Comitato federale. Dopo le relazioni del Presidente Matteo Gori e del Segretario Antonio Argenziano, che si sono concentrate in particolare sul cruciale ruolo che devono assumere i federalisti nella Conferenza oltre che sulla rilevanza politica del lancio effettivo del Next Generation EU. È stato poi presentato dal Tesoriere Gianluca Bonato e approvato dall’assemblea il rendiconto economico-finanziario del 2020. La mattinata è infine proseguita con il dibattito politico, arricchito da una decina di interventi, e la votazione sulla sede del prossimo Congresso nazionale GFE, che si terrà a Roma dal 12 al 14 novembre 2021.

In conclusione, la seduta pomeridiana ha visto la votazione sugli emendamenti e quindi l’approvazione, all’unanimità senza astensioni, del documento politico del CF, intitolato “Meno resilienza, più federalismo”. Inoltre, il CF ha nominato i delegati GFE al prossimo Congresso europeo JEF di novembre ed è stato presentato lo speciale logo celebrativo dei 70 anni dalla fondazione della GFE.