A 80 anni dalla redazione del Manifesto di Ventotene si è tenuta, dal 29 agosto al 3 settembre, sull'isola pontina la 40° edizione del seminario di formazione federalista che l'Istituto di studi federalisti “Altiero Spinelli” organizza ogni anno con la Regione Lazio, la Provincia di Latina e il Comune di Ventotene e la collaborazione del Movimento federalista europeo e la Gioventù federalista europea.

È stata quest’anno un'edizione particolare del seminario, con la celebrazione dell’80° anniversario del Manifesto “Per un’Europa libera e unita” aperta peraltro dal dialogo dei seminaristi con il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella. A seguire si è svolta l'inaugurazione del 40° Seminario di Ventotene, con la partecipazione degli iscritti al seminario nazionale e al seminario internazionale (giunto alla 37a edizione), moderata da Giorgio Anselmi, Presidente dell'Istituto Spinelli, con i saluti istituzionali di Gerardo Santomauro, Sindaco di Ventotene, Daniele Leodori, Vice-Presidente Regione Lazio, Carlo Medici, Presidente Provincia di Latina, e gli interventi di Fabio Massimo Castaldo, Vice-presidente del Parlamento Europeo, Josep Borrell i Fontelles, Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza e Vice-presidente della Commissione Europea, Brando Benifei, Presidente del Gruppo Spinelli del Parlamento europeo, Sandro Gozi, Presidente dell’UEF e Parlamentare europeo, Guy Verhofstadt, Co-presidente Comitato esecutivo della Conferenza sul futuro dell’Europa. Al termine della sessione, si è svolta la cerimonia di consegna di due riconoscimenti, con la consegna da parte di Fabrizio Saggio dell'annuale Premio “Antonio Saggio” (giunto alla 7a edizione) a Matteo Annunziata e da parte di Mario Leone, Direttore dell'Istituto Spinelli, con la lettura di un messaggio della famiglia, della Borsa di studio “Luigi Vittorio Majocchi” (prima edizione) ad Alessandro Ponsi. Il pomeriggio si è concluso con la visita alle tombe di Spinelli e di Bolis presso il cimitero di Ventotene, con la partecipazione di Borrell, Castaldo, Benifei, Verhofstadt e Devesa che ha tenuto un intervento in ricordo.

La prima giornata di formazione (30 agosto) si è aperta con le relazioni mattutine tenute da Pier Virgilio Dastoli, Presidente Movimento Europeo in Italia, Luisa Trumellini, Segretaria MFE (“L’eredità del Manifesto di Ventotene ed i movimenti per l'unità dell'Europa”) e interventi su “I federalisti europei e il Confino di Ventotene” a cura di Mario Leone e Marilena Giovannelli, Direttrice Archivio di Stato di Latina (in video). Sono seguiti, come nei giorni successivi, i gruppi di lavoro e il dibattito in plenaria. Nel pomeriggio le relazioni sono state tenute da Paolo Acunzo, Vice-presidente MFE, e Mariasophia Falcone, Resp. Ufficio internazionale GFE (“Il federalismo come risposta alle sfide della globalizzazione: dall'anarchia internazionale alle istituzioni comuni”). Al termine è stata presentata la mostra “L’Europa e gli europei 1950 - 2020: 70° anniversario della Dichiarazione Schuman” a cura di Leslie Hernández Nova, Archivi storici dell’UE.

Il 31 agosto, le relazioni sono state tenute la mattina da Giorgio Anselmi, Presidente MFE, e Antonio Argenziano, Segretario GFE (“Il federalismo e le grandi ideologie”); inoltre, al termine è stata tenuta la cerimonia di presentazione ufficiale del francobollo celebrativo dedicato al Manifesto di Ventotene nell’80° anniversario della sua stesura con Poste Italiane. Nella sessione pomeridiana sono intervenuti Matteo Gori, Presidente GFE, e Giorgia Sorrentino, Resp. Uff. del dibattito GFE Emilia-Romagna (“La politica fiscale dell'UE e la prospettiva di riforma”).

La terza giornata formativa (1° settembre) è stata aperta dalle relazioni di Giulia Rossolillo, Bureau esecutivo UEF, e Sofia Viviani, Resp. Sezioni GFE (“Lo Stato federale: principi e istituzioni”); al termine, una video-presentazione del libro “Vento d’Europa” a cura dell’autrice Martina Ciai in collaborazione con Francesco Sanguineti. Nel pomeriggio le relazioni sono state tenute da Marco Celli, Vice-segretario MFE, e Francesca Torre, Resp. Comunicazione GFE (“La rivoluzione tecnologica e la trasformazione ecologica dell'economia”).

La mattinata del 2 settembre è stata organizzata in collaborazione fra Istituto Affari Internazionali, Centro Studi sul Federalismo, Fondazione Luigi Einaudi e Istituto Spinelli, in una doppia sessione (“Da Ventotene al futuro dell’Unione europea”) su “La dimensione esterna: l'UE in un mondo che cambia” con interventi di Nicoletta Pirozzi, Resp. programma “Ue, politica e istituzioni” - IAI, e Flavio Brugnoli, Direttore CSF, e su “La dimensione esterna: Next Generation EU e oltre” con interventi di Emma Galli, Direttrice Comitato scientifico Fondazione Einaudi, e Roberto Ricciuti, Area scienze economiche e sociali Fondazione Einaudi. Nel pomeriggio hanno relazionato Stefano Castagnoli, Vice-presidente MFE, e Diletta Alese, Board esecutivo JEF Europe (“Il federalismo come militanza politica rivoluzionaria”.

Infine, venerdì 3 settembre si è tenuta la sessione conclusiva del seminario con una tavola rotonda su “La Conferenza sul futuro dell'Europa” presieduta da Mario Leone, che,  dopo i saluti istituzionali di Gerardo Santomauro, Sindaco di Ventotene, e Domenico Vulcano, Vice-presidente Provincia di Latina, ha dato lettura del messaggio del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e ha consegnato l'annuale “Premio giornalistico” Altiero Spinelli a Tiziana Di Simone, giornalista e corrispondente RAI. Con l'intervento in video-messaggio di Paolo Gentiloni, Commissario europeo all'Economia, hanno preso la parola nel dibattito della sessione Vito Borrelli, Vice-direttore Commissione UE in Italia, Silvia Costa, già Parlamentare europea e Commissario straordinario di Governo per il recupero del carcere di Santo Stefano, Salvatore De Meo, Parlamentare europeo. Come termine dei gruppi di lavoro, i partecipanti hanno presentato le loro idee per la Conferenza sul futuro dell’Europa.

Contestualmente al seminario nazionale, si è svolta la 37a edizione del seminario internazionale, presso la Scuola “Altiero Spinelli”, che ha iniziato la sessione formativa, seguita sempre da gruppi di lavoro e dibattito in plenaria, il 30 agosto con gli interventi della mattina tenuti dai Parlamentari europei membri del Gruppo Spinelli Brando Benifei e Domènec Ruiz Devesa (“Federalism principles and institutions”); nel pomeriggio, sono intervenuti Luisa Trumellini, Segretaria MFE, Sebastiano Putoto, Vice-presidente JEF Europe, e Fabio Massimo Castaldo, Vice-presidente del Parlamento europeo (“The federalist movements and national democracy, federalism and campaign for a federal Europe”).

Il 31 agosto su “Crisis of national democracy, federalism as a response” hanno relazionato Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, e Diletta Alese, Executive Board JEF Europe. Nella sessione pomeridiana dedicata a “Next generation EU and the outlook for a fiscal union” sono intervenuti Giulia Rossolillo, Executive Bureau UEF, e Gianluca Bonato, Tesoriere GFE.

Mercoledì 1° settembre nella prima sessione (“Federalism to govern globalization: from international anarchy to common institutions and cooperation”) sono intervenuti Philipp Agathonos, Presidium UEF, e Luca Alfieri, WFM, e nel pomeriggio (“A European foreign and security policy and the role of europe in the world”) si sono alternati Wolfang Wettach, Board member UEF, e Christelle Savall, Executive Board JEF Europe.

Il 2 settembre nella prima sessione del giorno sono intervenute Eva Lichtenberger, UEF Austria, Emma Farrugia, Vice-presidentessa JEF Europe, Flavia Sandu, Chair PC Internal European Affairs JEF Europe (“The digital and ecological transformation”) e nella seconda sessione Daphne Gogou, Board member UEF, e Sofia Viviani, Resp. Sezioni della GFE (“Which migration policy for the European Union?”).

Infine, la mattina del 3 settembre una sessione dedicata a “The Conference on the Future of Europe” con interventi di Mariona Espin Onieva, Communication Officer UEF, Leonie Martin, Presidente JEF Europe e Matilde Ceron, Vice-direttrice dell'Istituto Spinelli.