L'articolo è elaborato sui dati del 21 ottobre 2021.
 

Segui la Campagna sul sito www.lanostraeuropafederale.it

Il sito della Campagna del Movimento Federalista riunisce tutte le attività che l’MFE e la GFE realizzano durante la Conferenza sul futuro dell’Europa.

Nel sito potrai trovare:

  • le proposte politiche dell’MFE alla Conferenza caricate sulla piattaforma europa.eu (al momento 3): le di ogni cittadino e/o associazione o istituzione;
  • gli eventi di dibattito segnalati sulla piattaforma europa.eu, comprensivi delle “Relazioni finali” che certificano cosa si è dibattuto e come si è svolto l’evento;
  • l’appello alla classe politica “La nostra Europa federale, sovrana e democratica”
  • i testi di analisi e approfondimenti realizzati da membri esperti dell’MFE: i Quaderni Europei e la Lettera Europea.
  • le ultime notizie sulle azioni MFE e UEF sulla piattaformaeuropa.eu
  • una volta approvati documenti e struttura tutto quanto concerne la II fase della campagna: 100 Assemblee cittadine per la Federazione Europea
     

Le proposte politiche MFE sulla piattaforma futureu.europa.eu

L’MFE ha pubblicato 3 proposte politiche sulla piattaforma futureu.europa.eu. Ogni proposta è collegata ad una serie di eventi di dibattito organizzati dal Centro Nazionale, dai Centri regionali e dalle Sezioni locali con la cittadinanza nel corso di questi mesi.

Tutti sono invitati a prendere visione delle proposte e a sottoscriverle per far sentire la voce federalista alla plenaria della Conferenza sul futuro dell’Europa.

Le proposte politiche pubblicate sulla piattaforma sono:
  

La proposta ha ottenuto 96 sottoscrizioni e ha 30 eventi collegati.

TESTO DELLA PROPOSTA. Storicamente la creazione del potere fiscale ha coinciso con l’atto fondativo di una comunità politica, e ha richiesto un forte controllo democratico su chi lo esercita; per questo le società democratiche hanno sempre richiesto che il potere fiscale venisse esercitato dal parlamento. Oggi l’attribuzione del potere fiscale al Parlamento europeo (insieme al Consiglio dell’UE, in base alla procedura legislativa ordinaria) è una condizione indispensabile per la costruzione di un’Unione europea dotata di efficacia nell’azione politica e pienamente democratica.
Attualmente, il bilancio UE dipende dalla volontà dei singoli Stati membri. Per quanto riguardo le entrate, l’art. 311 TFUE stabilisce che il sistema delle risorse proprie sia deciso dal Consiglio all’unanimità e che in seguito la decisione sia approvata dai singoli Stati membri conformemente alle rispettive norme costituzionali. In tale procedura l’organo rappresentativo dei cittadini – il Parlamento europeo – viene solo consultato e ogni governo mantiene il diritto di veto sulla questione delle risorse trasferite e poi utilizzate dal bilancio UE.
Questo meccanismo di finanziamento deve essere riformato in modo che l’UE possa disporre della capacità autonoma di prelevare direttamente delle imposte europee sulle imprese e sui cittadini senza passare attraverso l’armonizzazione preventiva delle imposte nazionali e pertanto senza l’intervento dei bilanci nazionali.

Per approfondire: https://sway.office.com/G7hZEy9Cck14kVi3
 

La proposta ha ottenuto 77 sottoscrizioni e 28 eventi collegati. Questa proposta è presente anche in inglese ed è diffusa dall’account della Segreteria dell’UEF al seguente link: https://futureu.europa.eu/processes/Democracy/f/6/proposals/23827

TESTO DELLA PROPOSTA. Il diritto di veto non è compatibile con la democrazia. La sostituzione del voto all’unanimità con quello a maggioranza qualificata è pertanto indispensabile per la piena democratizzazione dell’UE.
Negli attuali Trattati, in particolare, l’unanimità è sempre prevista in ambiti cruciali: quello della fiscalità (dove l’ammontare del bilancio dell’UE e la natura ed entità delle risorse che lo finanziano sono decisi dal Consiglio all’unanimità e tale decisione deve poi essere ratificata da tutti gli Stati membri; come pure l’unanimità è richiesta per l’approvazione del Quadro Finanziario Pluriennale) e quello della politica estera e di difesa (nel quale ogni decisione è presa dal Consiglio o dal Consiglio europeo all’unanimità).
In queste materie è tempo di riformare il sistema decisionale e superare così la regola dell’unanimità. Questo significa sostituire le attuali forme di coordinamento tra governi nazionali (che sono la vera causa dell’esistenza del diritto di veto) con un governo europeo pienamente democratico, responsabile nei confronti dei cittadini europei e da essi controllato. Perché ciò avvenga, oltre alla riforma del sistema decisionale nel Consiglio e nel Consiglio europeo, è necessario che venga attribuito al Parlamento europeo un potere diretto in modo che possa svolgere la sua funzione di co-legislatore e in modo che l’UE possa legiferare mediante atti direttamente applicabili nel territorio degli Stati membri.
Vedi: https://sway.office.com/NIRRQWY2lGwtPcR1
 

La proposta ha ottenuto 77 sottoscrizioni e al momento solo 1 evento è stato collegato. L’assenza di collegamenti è da imputare a motivazioni tecniche: gli eventi si possono collegare solo a proposte nella stessa area tematica. Le proposte precedenti si trovano nell’area DEMOCRAZIA mentre la presente nell’area ALTRE IDEE.

TESTO DELLA PROPOSTA. Il dibattito in corso sul futuro dell’Europa fa spesso riferimento alla necessità di creare una sovranità europea in quei campi in cui le politiche nazionali non riescono più ad essere efficaci. Poiché la sovranità è in ultima istanza legata al potere di agire, è necessario affrontare il tema di come rendere efficace il governo europeo per poter attuare quelle politiche interne ed estere che gli Europei devono condurre in modo unitario per proteggere i propri valori e i propri interessi. A questo scopo è necessaria una riforma dei Trattati che permetta di superare l’attuale subordinazione del funzionamento dell’UE alla volontà politica unanime degli Stati membri.
In questa ottica la riforma prioritaria è l’attribuzione di un potere fiscale all’UE, la quale deve essere dotata della capacità di raccogliere direttamente risorse e di spenderle nell’interesse generale. In questo senso deve essere attribuito al Parlamento europeo, in codecisione con il Consiglio, il potere di imporre direttamente imposte europee sui cittadini e sulle imprese dell’Unione europea.
Si tratta di una riforma che dovrà necessariamente accompagnarsi ad una revisione più ampia dei Trattati che affronti il rafforzamento delle competenze dell’UE e l’adeguamento in quelle materie dei meccanismi decisionali con la piena codecisione del Parlamento europeo e l’abolizione del voto all’unanimità nel Consiglio e dei veti nazionali.

Per approfondire leggi qui https://sway.office.com/G7hZEy9Cck14kVi3
 

Rassegna eventi di dibattito nazionali e locali pubblicati sulla piattaforma futureu.europa.eu

Ecco la rassegna degli eventi di dibattito realizzati da sezioni locali e/o centri regionali che sono stati pubblicati sulla piattaforma della Conferenza sul futuro dell’Europa futureu.europa.eu  dal 13 luglio (nel numero 4/2021 dell’Unità Europea erano stati pubblicati 19 eventi) fino al 9 ottobre.

Gli eventi possono essere corredati di una relazione finale che descrive in modo particolare i temi di dibattito, la partecipazione, i riassunti degli interventi e delle principali domande dal pubblico e certifica nella Conferenza la volontà dei cittadini dal basso di discutere e approvare le proposte federaliste, valorizzando in particolar modo le reti create dalle nostre sezioni locali con amministrazioni locali, associazioni, partiti politici e mondo dell’economia e della società civile. Inoltre una nuova versione della piattaforma consente di inserire il dato dei partecipanti agli eventi che qui segnaliamo.

Invitiamo a seguire costantemente gli aggiornamenti sugli eventi e leggere le relazioni finali sia sulla piattaforma futureu.europa.eu (cercando gli eventi scrivendo il titolo nel campo di ricerca) oppure andando al sito della campagna: http://www.perunitaliaeuropea.it/lanostraeuropa/eventi/
 

DATA EVENTO

TITOLO

DESCRIZIONE

L’EVENTO SOSTIENE o HA DIBATTUTO LA PROPOSTA

N° PARTECIPANTI

22 luglio

Idee sul Futuro dell'Europa - Una risposta europea al crimine organizzato

Giovedì 22 luglio alle ore 21, nell'ambito del ciclo "Idee sul futuro dell'Europa", la GFE ha discusso di come l'Europa può e dovrà affrontare il contrasto al crimine organizzato. Evento svolto insieme ad Avviso Pubblico, ARCI, Fondazione Benvenuti in Italia e CHANCE – Civil Hub Against orgaNized Crime in Europe. L’evento ha ricevuto il patrocinio del Consiglio nazionale dei Giovani.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

22

31 luglio

Europa e comuni al lavoro: workshop sul rapporto tra Unione europea e piccole realtà comunali e provinciali

La sezione di Sondrio della Gioventù Federalista Europea organizza, nell’ambito del progetto Next Chapter Europe, un tavolo di lavoro sul tema del rapporto tra Unione europea e piccole realtà comunali e provinciali. Il dibattito sul tema e la consultazione sulla Conferenza sul Futuro dell’Europa attualmente in corso saranno aperti dalle relazioni di Mauro Del Barba, deputato di Italia Viva, Federico Gusmeroli, esponente del Partito Democratico e da Tiziano Bianchini, rappresentante di Azione.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·         Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

15

1 agosto

Europa e comuni al lavoro: workshop sul rapporto tra Unione europea e piccole realtà comunali e provinciali

La sezione di Sondrio della Gioventù Federalista Europea organizza, nell'ambito del progetto Next Chapter Europe, un tavolo di lavoro sul tema del rapporto tra Unione europea e piccole realtà comunali e provinciali. Il dibattito sul tema e la consultazione sulla Conferenza sul Futuro dell'Europa attualmente in corso saranno aperti dall'intervento videoregistrato di Raffaele Cattaneo, assessore all'ambiente di Regione Lombardia, e dalle relazioni di Federico Gusmeroli, esponente del Partito Democratico e di Stefano Morcelli, rappresentante di +Europa.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

20

3 agosto

L'Italia alla Conferenza sul futuro dell'Europa

L’Intergruppo parlamentare per l’Europa, animato da un gruppo di deputati e senatori di diverse forze politiche - Marina Berlinghieri (PD), Francesco Berti (M5S), Massimo Ungaro (IV) alla Camera, Roberto Fantetti (Coraggio Italia), Laura Garavini (IV), Tommaso Nannicini (PD), Gianni Pittella (PD) al Senato - ha organizzato una nuova iniziativa nel quadro del processo della Conferenza sul futuro dell’Europa. Si tratta di un incontro con i membri italiani nella Plenaria della Conferenza, insieme ai Presidenti delle Commissioni Politiche dell’UE di Camera e Senato, al Gruppo Spinelli e all’UEF.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

40

15 Agosto

Costruire l’Europa che vogliamo

Tavola rotonda nell’Ambito della festa dell’Unità di Brembate in provincia di Bergamo sul tema dell’Europa. Scopo divulgativo di conoscenza della Conferenza sul Futuro dell’Europa e illustrazione delle proposte del Movimento Federalista Europeo.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

40

27 agosto

Lo stato dell’unificazione europea e la Conferenza sul futuro dell’Europa

A Rueglio (TO), un comune di montagna di circa 700 abitanti, di è svolto un incontro sul tema “Lo stato dell’unificazione europea e la Conferenza sul futuro dell’Europa” alla presenza di 35 persone (fra residenti di Rueglio e possessori di seconde case e una quindicina di docenti e studenti del Liceo Classico Botta di Ivrea) ha presieduto e moderato l’incontro la Sindaca di Rueglio Gabrielle Lafaille, docente di Lingua e Letteratura francese presso l’Università di Torino. I relatori sono stati Sergio Pistone e Giuseppina Pucci (docente di Storia e Filosofia presso il Liceo Botta).

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

35

7 settembre

Il futuro dell’Europa e i cittadini

Le sfide dell’Europa e un nuovo assetto: verranno presentate le tre proposte Mfe alla Conferenza sul Futuro dell’Europa in occasione della festa di Pontelagoscuro (Ferrara) organizzata dalla parrocchia e dalla locale squadra di calcio.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

50

12 settembre

Nodi e problematiche per una unità politica europea

La riunione è stata introdotta da una relazione del Presidente regionale MFE del Veneto prof. Aldo Bianchin, che ha descritto le riforme necessarie perché l’Unione europea possa realmente rispondere ai bisogni dei cittadini, mettendo in luce come a tal fine sia necessaria l’approvazione di un testo costituzionale che abbia priorità sulle costituzioni nazionali nelle materie di competenza dell’Unione.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

18

13 settembre

I valori dell'Europa

All’interno delle attività proposte dalla Conferenza sul Futuro dell’Europa, l’Istituto Gramsci di Ferrara, insieme al Movimento Federalista Europeo sezione di Ferrara, organizza un dialogo sul testo di recente pubblicazione I valori dell'Europa, curato da Loredana Sciolla ed edito da Treccani (2021). Ne parlerà con la curatrice il giornalista Francesco Lavezzi.

·           

 

13 settembre

Europa Futuro e Ambiente. Per un Europa Federale, Democratica, Solidale, Ecologica, Sovrana. La Conferenza sul futuro dell’Europa un’occasione per costruire l’Europa che vogliamo.

Tavola rotonda nell’ambito della manifestazione denominata “Lo spirito del Pianeta” (Bergamo). Scopo divulgativo di conoscenza della Conferenza sul futuro dell’Europa e illustrazione delle proposte del Movimento Federalista Europeo sulla necessità di modificare i trattati, per consentire all’Europa una più efficace azione di risposta alle sfide che il mondo globalizzato richiede. In particolare, il superamento del diritto di veto sulle materie di politica fiscale e di politica estera, introducendo il criterio della maggioranza qualificata come avviene nelle materie ambientali. In tal senso sarà anche valutato e illustrato il ruolo svolto dall’Europa in tema ambientale.

 

 

17 settembre

Quale Europa per le sfide del XXI secolo?

In occasione di Spazio Europa 21, festa regionale MFE-GFE Toscana, verranno trattate le principali sfide di fronte all’UE, in particolare rispetto alla creazione di una capacità fiscale europea, di una difesa europea, di una politica europea delle migrazioni e della riforma istituzionale, necessaria a rendere l’UE capace di agire su tali fronti.

 

 

 

28 settembre

La politica di coesione dell’UE per la qualità della vita in provincia di Ferrara

Il MFE Ferrara collabora, insieme al C.D.S. Cultura OdV, alla realizzazione dell’iniziativa pubblica che si svolgerà nell’ambito della Conferenza sul Futuro dell’Europa. Il suddetto evento intende discutere pubblicamente il Rapporto finale predisposto al termine del progetto di ricerca condotto da C.D.S. CULTURA OdV.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

168

29 settembre

La Conferenza sul futuro dell’Europa: la proposta federalista

Ciclo di eventi " LA VALPOLICELLA PER IL FUTURO DELL’EUROPA". Il MFE Valpolicella, in collaborazione con altri Enti e Associazioni, invita ad un primo appuntamento per spiegare all’uso della piattaforma della Conferenza sul Futuro dell’Europa https://futureu.europa.eu/

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

 

4 ottobre

Rigenerazione delle città, lavoro, impresa con lo sguardo delle donne

L’evento “maratona” organizzato da MFE insieme agli Stati Generali delle donne ha affronterà i temi della rigenerazione delle città dal punto di vista della prospettiva di genere, provando anche a collegarlo alle seguenti questioni: cosa può fare l’Unione Europea, quali gli strumenti, le risorse, le competenze necessarie.

L’evento ha ricevuto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo e della Camera dei Deputati.

 

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

 

5 ottobre

Insieme per la Conferenza sul Futuro dell’Europa L’Unione Europea e le nuove sfide del futuro.

Le Sezioni MFE Ursula Hirschmann di Cesena, Cesenatico e la GFE Cesena hanno invitato le forze politiche locali ad un confronto pubblico sull’attualità, per discutere in particolare su come rafforzare la democrazia europea.

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

 

8 ottobre

Orizzonti pinerolesi. Orizzonti europei.

La sezione pinerolese del MFE, in prossimità delle elezioni amministrative presso il Comune di Pineloro (TO), ha organizzato un confronto-dibattito sui temi europei di particolare rilevanza per i comuni italiani. L' iniziativa ha presentato un taglio inedito, infatti ha visto la partecipazione dei 5 candidati a sindaco a cui sono state poste delle domande specifiche per comprendere quanto la prospettiva europea farà parte della loro agenda politica nel caso in cui diventassero amministratori locali del comune.

RELAZIONE DELL’EVENTO DISPONIBILE

 

200

9 ottobre

Agenda 2030 per Ferrara. Obiettivi e proposte

L’iniziativa, organizzata dall’associazione Cds Cultura OdV in partnership col Movimento Federalista Europe sezione di Ferrara, si svolgerà nell’ambito del Festival nazionale ASviS dello Sviluppo Sostenibile, col patrocinio dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), della Regione Emilia-Romagna, della Provincia e del Comune di Ferrara.

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

 

11 ottobre

Unione fiscale, bilancio federale e democrazia

Stroncature, rivista e blog online, ospita il primo appuntamento della nuova serie “Incontri con ‘Il Federalista – rivista di politica”.

Tema della puntata “Unione fiscale, bilancio federale e democrazia”. Giulia Rossolillo, direttrice de “Il Federalista”, ne discute con Bordignon Massimo, Università Cattolica del Sacro Cuore.

·          Abolire il diritto di veto e attribuire poteri diretti al PE

·          Per un potere fiscale autonomo dell'UE

 

 

13 ottobre

Il futuro delle Marche nel Futuro dell’Europa.

L’importanza della Conferenza sul futuro dell’Europa per i territori.

Le Marche e l’Europa. Se ne parlerà a Senigallia il 13 ottobre alle ore 17 nell’Aula consiliare della Residenza municipale con docenti universitari, funzionari dell’Unione europea e istituzioni. A promuovere l’incontro è l’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (AICCRE) in collaborazione con il Movimento Federalista Europeo, il Comune di Senigallia e con il patrocinio dell’Assemblea legislativa delle Marche.

L’evento è nato all’indomani del rinnovo dei vertici dell’AICCRE Marche e di quelli nazionali, ma soprattutto è organizzato nell’ambito del dibattito avviato dalle istituzioni comunitarie sul futuro dell’Europa. In un mondo in lotta contro la pandemia e alla ricerca di soluzioni a sfide come il cambiamento climatico, l'UE si impegna ad ascoltare la voce degli europei in un dibattito democratico e aperto per definire le sue priorità.

 

 

14 ottobre

L’emergenza climatica, verso il COP26: il rapporto IPCC e il destino del nostro pianeta

Ciclo di eventi " LA VALPOLICELLA PER IL FUTURO DELL’EUROPA". Il MFE Valpolicella, in collaborazione con altri Enti e Associazioni, invita ad un secondo appuntamento con l’obiettivo, in linea con la campagna dei Cittadini Europei ‘Stop Global Warming’, condivisa da molti comuni della Valpolicella, di aumentare la conoscenza dei cambiamenti che dovremo affrontare per causa dell’emergenza climatica, con riferimento al rapporto IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) e il COP26 che inizia il 31 ottobre a Glasgow con la co-presidenza dell’Italia.

 

 

28 ottobre

Quale contributo della Valpolicella alla Conferenza sul Futuro dell’Europa?

Ciclo di eventi " LA VALPOLICELLA PER IL FUTURO DELL’EUROPA". Il MFE Valpolicella, in collaborazione con altri Enti e Associazioni, invita ad un terzo appuntamento con l’obiettivo di fare sintesi tra le precedenti iniziative.