Le azioni della campagna
"PER UN'EUROPA COMUNITA' DI DESTINO"

Appello al Parlamento e al Governo italiani per l'avvio della Conferenza sul futuro dell'Europa

In questo momento di pericolo e di incertezza per la nostra comunità, la Conferenza sul futuro dell'Europa rappresenta l'occasione concreta per proseguire nel percorso intrapreso con il piano Next Generation EU e rinsaldare nei cittadini europei il sentimento di appartenenza alla stessa comunità di destino con una riforma dei trattati europei che crei le istituzioni che i federalisti chiedono da tempo per combattere con efficacia le crisi e ridare all'Europa il posto che le compete nel mondo.

Per questo i federalisti europei invitano le personalità che rivestono un ruolo di responsabilità nelle istituzioni e nei vari ambiti della vita economica e civile e tutti i cittadini impegnati a vario titolo nella società ad unirsi a loro nel chiedere al Governo italiano e ai parlamentari europei di impegnarsi perché la Conferenza sul Futuro dell'Europa possa partire entro dicembre, e comunque il prima possibile, nel caso il riacutizzarsi della crisi sanitaria non lo permetta.

TESTO DELL'APPELLO / ADESIONI / IMMAGINI

 

La battaglia per l’Europa nelle parole dei protagonisti

Dobbiamo avviare una grande riforma per dare più governo e più sovranità all'Unione europea (David Sassoli 15/11/2020)

Oggi l'Unione europea ha di fronte a se una sfida epocale, dalla quale dipenderà non solo il suo futuro, ma quello del mondo intero (Papa Francesco, aprile 2020)

Se parleremo di fare spese comuni, poi dobbiamo pensare anche ai modi in cui l'Unione Europea ottenga risorse che siano essenzialmente proprie (Olaf Scholz, Vice-cancelliere  tedesco, maggio 2020)

Una capacità fiscale sovranazionale non sottrae sovranità fiscale agli Stati, ma serve a rispondere con risorse comuni a problemi comuni (Sergio Fabbrini, aprile 2020)

Le altre dichiarazioni >>

 

Appello al Parlamento europeo "Una ripartenza per l'Europa" - #iMillexEuropaFederale

In vista del Consiglio europeo straordinario del 17 luglio e delle altre scadenze europee per l’approvazione sia del nuovo Fondo straordinario Next Generation EU, sia del nuovo bilancio pluriennale dell’Unione europea, il Movimento Federalista Europeo, insieme alla Gioventù Federalista Europea, ha avviato un'azione di raccolta firme sull’Appello UNA RIPARTENZA PER L’EUROPA indirizzato al Parlamento europeo.

In quattro settimane sono state raccolte quasi 1200 firme rappresentative del mondo politico, economico, accademico e culturale e del terzo settore a tutti i livelli per chiedere al Parlamento europeo, in quanto unica istituzione che rappresenta direttamente i cittadini europei, di esercitare una funzione di indirizzo e di guida per avviare la trasformazione dell’Unione europea in un’unione politica federale.TESTO DELL'APPELLO / ADESIONI / IMMAGINI

 

70° anniversario della dichiarazione Schuman - "La nuova sfida per l'Europa"

Il 9 maggio di 70 anni fa ha segnato l’avvio di un processo rivoluzionario, destinato ad incidere profondamente nella storia dell’umanità: il primo processo democratico di unificazione di Stati sovrani. Stati che si erano combattuti ferocemente fino a pochi anni prima sceglievano di unirsi perché consapevoli di dover costruire insieme una comunità di destino, rendendo “non solo impensabile, ma materialmente impossibile” la guerra sul continente europeo. Si trattava del “primo nucleo concreto di una Federazione europea indispensabile al mantenimento della pace”.

Settanta anni dopo l’Europa celebra questo anniversario minacciata da un pericolo diverso, ma la cui drammaticità non mette meno a rischio la sua coesione e il suo futuro.
Perché la celebrazione del 9 maggio non sia soltanto un atto formale, ma un momento significativo dell'impegno per il completamento dell'edificio federale europeo, l'MFE ha organizzato due iniziative:

  • un convegno online con la partecipazione di parlamentari europei ed italiani e di rappresentanti del governo e delle amministrazioni locali La nuova sfida per l'Europa

Video di presentazione dell'iniziativa

 

21 aprile, Memorandum al Governo in vista del Consiglio europeo

In vista del Consiglio europeo del 23 aprile e delle importanti decisioni che erano all’ordine del giorno, il MFE ha preparato un breve Memorandum indirizzato al Presidente del Consiglio Conte che ha come primi firmatari anche l’on. Tabacci per l’Intergruppo federalista alla Camera e il Sen. Nannicini.

Nelle ore successive è proseguita con successo la raccolta di adesioni tra i parlamentari:

 

Video di presentazione dell'iniziativa

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.