Vi riassumo brevemente i risultati del Comitato centrale, che si è aperto con un minuto di silenzio in onore di Jo Cox, la coraggiosa deputata inglese assassinata da un nazionalista durante la campagna referendaria britannica. Naturalmente troverete un più ampio resoconto nel prossimo numero dell’Unità europea.

Nel corso della riunione, oltre agli interventi del Presidente, del Segretario e del Tesoriere, sono intervenuti: Michele Picciano e Roberto Susta per presentare le attività delle nuove sezioni rispettivamente di Campobasso e Perugia; Paolo Vacca, per l’UEF; Stefano Milia, per il CIME. A seguire sono intervenuti: Antonio Longo, Alcide Scarabino, Antonio Padoa Schioppa, Jacopo Di Cocco, Francesco Gui, Pierangelo Cangialosi, Piergiorgio Grossi, Salvatore Aloisio, Michele Ballerin, Simone Fissolo, Paolo Lorenzetti, Francesco Badia, Sergio Pistone, Luisa Trumellini, Alessandro Pilotti, Salvatore Sinagra, Giulia Rossolillo, Domenico Moro, Francesco Franco, Anna Costa, Luca Lionello, Paolo Acunzo, Giovanna Melandri, Giulio Saputo, Nelson Belloni, Antonio Argenziano, Sante Granelli.

A seguito del dibattito, il Comitato centrale:

  • ha incaricato Presidenza e Segreteria di concordare insieme alla GFE il testo di una lettera al Presidente Renzi in vista degli imminenti appuntamenti europei (in fase di preparazione);
  • ha incaricato Presidenza e Segreteria di predisporre, una volta nota la data in cui si terrà il referendum sulla riforma costituzionale in Italia, di predisporre un documento di analisi ed inquadramento di questo appuntamento in un’ottica europea, ribadendo che non spetta al MFE fare campagna pro o contro l’adozione delle proposte di riforma, ma sottolineando anche i rischi che può correre il nostro Paese e lasciando in ogni caso che i singoli militanti si pronuncino a titolo personale;
  • sulla base delle indicazioni fornite da Piergiorgio Grossi, ha incaricato il Presidente di prendere contatto con i responsabili della Tavola della Pace per verificare le opportunità e possibilità di portare le istanze federaliste alla Marcia per la pace Perugia-Assisi del 9 ottobre prossimo;
  • ha approvato il bilancio 2015;
  • ha riconosciuto la costituzione della sezione di Campobasso (quinta nuova sezione approvata nel primo semestre del 2016);
  • ha approvato all’unanimità la dichiarazione allegata sull’esito del referendum britannico;
  • sulla base della richiesta di Jacopo di Cocco, ha chiesto ai membri italiani del Bureau di portare a livello UEF l’esigenza di stimolare una ripresa del federalismo organizzato in Gran Bretagna;
  • ha incaricato Presidenza e Segreteria di avviare i contatti con CIME, UEF, JEF, Gruppo Spinelli oltre che con i responsabili delle istituzioni nazionali, per promuovere una convenzione europea a Roma il 24-25 marzo 2017, verificando nel contempo le possibilità di organizzare in parallelo una manifestazione popolare, in occasione del sessantesimo anniversario della firma del Trattato di Roma;
  • di ripristinare al 17 settembre, con l’accordo dei membri della Direzione presenti, la data della prossima riunione della Direzione, in quanto il 10 settembre è stata confermata la riunione UEF di coordinamento della ripresa delle attività europee a cui sono invitati a prender parte presidenti e segretari nazionali, nonché membri dell’EB e del Comitato federale.

Franco Spoltore

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). E' possibile scegliere se consentire o meno i cookie. In caso di rifiuto, alcune funzionalità potrebbero non essere utilizzabili. Maggiori informazioni