Oggetto:

  • Comitato Federale a Roma, 2 dicembre, ore 10.30-17.30
  • Nota sul Rapporto con le proposte per la riforma dei Trattati approvato dal PE il 22 novembre
  • Congresso UEF, Bruxelles, 25-26 novembre

Cari Amici e care Amiche,

innanzitutto vi ricordo il Comitato federale convocato a Roma sabato (2 dicembre), dalle ore 10.30 alle 17.30, presso la sede dell’Associazione Per Roma, Via Nazionale 66.
Questo l’ordine del giorno proposto:

  1. Introduzione del Presidente
  2. Relazione del Segretario
  3. Rapporto del Tesoriere
  4. Comunicazione del Coordinatore MFE dell’Ufficio del Dibattito
  5. Resoconto della mobilitazione dei Saturdays for Europe
  6. Dibattito
  7. Votazione di eventuali documenti
  8. Elezione dei membri della Direzione nazionale e nomina dei responsabili del team comunicazione
  9. Resoconto del Congresso UEF (Bruxelles, 25-26 novembre)
  10. Resoconto del Congresso del WFM
  11. Varie ed eventuali

Il Comitato federale di sabato – che, in quanto primo CF nella nuova formazione post congressuale, è chiamato ad eleggere la nuova Direzione e nominare i responsabili del team comunicazione – sarà anche l’occasione per discutere insieme sia delle priorità strategiche, ora che il Parlamento europeo ha approvato la richiesta di avviare la riforma dei Trattati e di convocare a questo scopo una Convenzione, sia in vista delle elezioni europee.

A proposito del Rapporto del PE vi allego una nota di Luca Lionello – che sarà anche il testo della Lettera europea che invieremo a tutto il PE e ai Parlamenti nazionali, oltre che ai giornalisti e agli studiosi nel nostro indirizzario – in cui si spiega con chiarezza le proposte che sono state approvate e quelle che sono state sacrificate per ottenere l’approvazione. Come avete visto, si è trattato peraltro di un’approvazione piuttosto risicata, su cui le forze politiche pro-europee dovranno riflettere per non ripetere gli stessi errori, e su cui anche noi come MFE dobbiamo saper intervenire efficacemente.

Nel fine settimana si è anche svolto a Bruxelles il Congresso dell’UEF, di cui pure parleremo (insieme anche a quello del WFM) sabato. Si è trattato di un buon Congresso, complessivamente, che ha approvato unanimemente un Manifesto in vista delle elezioni europee (lo trovate in allegato, in inglese, con aggiunta una traduzione veloce, insieme ad una dichiarazione sulle guerre della Russia contro l’Ucraina e tra Israele e Hamas). Le nuove cariche sono state elette all’unanimità, per acclamazione, e questo vale per il presidente (è stato confermato Domènec Ruiz Devesa, membro dell’UEF Spagna e parlamentare europeo del gruppo S&D), per i tre vice presidenti (tra cui Giulia Rossolillo) per la segretaria generale e il tesoriere – entrambi, sia io che Roland Hühn, ad interim, in vista di poter approvare in un congresso straordinario in primavera alcune modifiche statutarie relative al ruolo di queste due figure nell’organigramma dell’UEF – e per tutti i membri dell’EB. In allegato trovate anche l’elenco dei membri della delegazione italiana nel nuovo FC.

In attesa di incontrarci a Roma e di poter approfondire insieme tutti questi temi, vi saluto cordialmente,

Luisa Trumellini


Testo della circolare

Nota di Luca Lionello sul Rapporto del PE

Manifesto dell'UEF in vista delle elezioni europee

Dichiarazione dell'UEF sulle guerre in Ucraina e in Palestina

Membri della delegazione italiana nel FC dell'UEF