Occorre preliminarmente osservare che tutte le iniziative dell’Mfe sono certamente una continua celebrazione dell’Europa in essere, oltre che proporre una intensificazione dell’integrazione in senso federale. Ora tra esse ve ne sono alcune che sono finalizzate espressamente al 9 maggio, ma che per ovvie ragioni organizzative non possono essere concentrate tutte in quella data.

Avremo dunque innanzitutto in sede nazionale, inserita nel festival d’Europa che si tiene questa settimana a Firenze, lo svolgimento, la mattina dell’11 maggio, del nostro Comitato Centrale eccezionalmente spostato per l’occasione dalla sua sede di Roma; e il pomeriggio la grande marcia dei federalisti da piazza Indipendenza a piazza della Signoria, per manifestare pubblicamente l’urgenza ineludibile di passi decisivi verso gli Stati Uniti d’Europa, pena la scomparsa anche della attuali conquiste. Il giorno precedente si avranno in Palazzo Vecchio due tavole rotonde. La prima, introdotta da Lucio Levi, Presidente del Movimento Federalista europeo, sul tema “Dialogo fra organizzazioni della società civile per un piano di sviluppo sostenibile”. La seconda, introdotta da Piervirgilio Dastoli, Presidente del Cime, ha per oggetto “ Prossime elezioni del Parlamento Europeo, il ruolo dei partiti, della cittadinanza attiva, e la riforme per una Unione solidale, democratica e federale”.

Il 9 maggio viene celebrato a Torino dalla Gioventù Federalista Europea con una relazione su “Europa e sua integrazione”, tenuta da Marco Giacinto al Liceo Altiero Spinelli, mentre Lorenzo Berto interviene alla scuola di Politica del Comune di Nichelino al convegno organizzato da Europe Direct. Vi è poi da segnalare la partecipazione del Gfe al convegno su “L’Europa dei cittadini” al Campus Einaudi.

Sempre a Torino si avrà, da venerdì 24 a domenica 26 maggio, il XXI Congresso Nazionale della Gioventù Federalista Europea, organizzato dalla sezione cittadina. Nel suo ambito sono previsti due incontri con la società civile e le associazioni, con le tavole rotonde “Europa e Lavoro” ed “Europa e Democrazia”. Ad entrambe sono invitate le Autorità civili.

Per ciò che concerne il Movimento federalista Europeo sono da segnalare, sempre a Torino, tra le altre iniziative, il seminario, tenuto il 18 maggio nell’ambito del Congresso Regionale Mfe, che, verterà su “ La Germania e l’unificazione europea”, con interventi di Gianenrico Rusconi, Bernd Huettemann  e Sergio Pistone.

Infine, il 15 maggio, presso la Fondazione Einaudi si avrà un convegno sul tema “Moneta unica o monete nazionali?. Scenari per l’Italia e per l’Europa”. Relatori Luciano Gallino e Alfonso Iozzo.

A Galliate il 9 maggio la Sezione di Novara celebrerà la Giornata dell’Europa con un convegno su “La crisi dell’Euro: limiti e rimedi dell’unione economica e monetaria”, relatori Giulio Peroni e Claudio Biscaretti di Ruffia, dell’Università di Milano, moderatore Giovanni Maria Airoldi, neo Segretario politico.

A Cuneo la Festa dell’Europa si svolgerà il 14 maggio con un incontro, organizzato dal gruppo giovani della sezione, e moderato dal segretario della locale sezione Mfe Michele Girardo. Alla domanda “ Europa, quale futuro?” risponderanno Giuseppe Tardivo, preside della Facoltà di Economia di Cuneo, ed Emilio Cornagliotti, Segretario politico dell’Mfe piemontese.

La Giornata dell’Europa di Alessandria verrà indirizzata, il 26 maggio, alle giovani generazioni. Di fronte agli allievi degli Istituti tecnici  Vinci e Migliara sarò analizzata “L’Europa dei Cittadini” da parte della locale Sezione Mfe e del Segretario regionale Cornagliotti.