Provincia di PaviaComune di PaviaPer la prima volta a Pavia, ieri, giovedì 7 giugno, il Consiglio provinciale e il Consiglio comunale, su sollecitazione del Movimento federalista europeo e del Comitato pavese per la Federazione europea, hanno tenuto una seduta formale congiunta, aperta alla partecipazione della cittadinanza, con l’obiettivo di discutere e votare l’Appello dei federalisti “Federazione europea subito!”.

La riunione si è svolta presso la sala della Provincia dell’Annunciata: erano presenti più di quaranta consiglieri, tra quelli comunali e provinciali, e un folto pubblico attorno alle centocinquanta persone.

La riunione è stata brevemente introdotta da Vittorio Poma e Raffaele Sgotto, i due Presidenti dei Consigli provinciale e comunale cui va il merito di aver subito aderito alla proposta della riunione congiunta e di averla organizzata con determinazione e successo, e dal segretario del MFE di Pavia, Luisa Trumellini. Tutti e tre hanno sottolineato l’eccezionalità dell’iniziativa e auspicato che potesse diventare un punto di riferimento per gli altri capoluoghi.

Si sono poi succeduti gli interventi del Presidente della Provincia, Daniele Bosone (PD), e del Sindaco di Pavia, Alessandro Cattaneo (PdL), e a seguire quelli di Alfonso Iozzo e di Giulia Rossolillo. Entrambe queste due ultime relazioni, la prima incentrata sull’analisi della crisi economica e sulla proposta di un New Deal europeo e la seconda sui temi politico-istituzionali, sono servite ad inquadrare con chiarezza la questione europea e ad impostare il dibattito, durante il quale si sono alternati gli intervenuti dei vari Capigruppo. Con l’eccezione dei distinguo degli esponenti della Lega Nord e di alcune obiezioni da parte del PdL per l’assenza, nel testo dell’Appello, di riferimenti delle radici cristiane dell’Europa, i Consiglieri hanno praticamente all’unanimità esposto le ragioni della loro adesione ai contenuti dell’Appello ed espresso il loro apprezzamento per l’iniziativa che offriva l’opportunità di confrontarsi sui temi europei e di impegnarsi concretamente a sostegno della Federazione.

Prima delle votazioni formali alcuni studenti delle scuole superiori, in rappresentanza dei partecipanti al Forum europeo dei giovani che si era svolto a fine marzo al termine del lungo percorso di formazione nell’ambito del progetto dell’AEDE di Pavia di “Educazione alla cittadinanza europea”, hanno letto un comunicato di sostegno all’Appello, e così pure, su un testo di dichiarazione concordato, ha fatto un rappresentante GFE a nome dei diversi giornali degli universitari e dei gruppi politici attivi in Università.

La votazione, fatta nominalmente, ha infine confermato l’unanimità delle adesioni all’Appello, con due sole astensioni.

 

Galleria fotografica >>>