L'Unità Europea N. 2021/2 marzo/aprile

 

Leggi gli articoli on-line >>

 

Edizione a stampa

Sommario >>

 

Leggilo on-line con
Scaricalo e leggilo in PDF

 

 

 

 

Alla vigilia della Conferenza sul futuro dell’Europa e del lancio operativo dei piani nazionali del Next Generation EU dobbiamo domandarci se questa esperienza possa rappresentare un’occasione di rafforzamento per la democrazia europea, nazionale (italiana in particolare) e territoriale, oltre che di crescita per l’economia e la società.

I federalisti lanciano l’Appello La nostra Europa federale, sovrana e democratica.

In questo intervento mi limiterò unicamente a sviluppare alcune riflessioni che possano contribuire a mettere in rilievo l’importanza della nozione di sovranità per la teoria federalista e per la comprensione dello sviluppo e delle prospettive future del processo di integrazione europea.

Conversazione con il Cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna.

Se con la Cina l'Unione Europea manca di visione in campo industriale, in campo politico si evidenzia la sua fragilità e inconsistenza nei settori della difesa e della politica estera succube, in questi ambiti, dalla politica statunitense.

La parola è ai cittadini, per costruire il futuro del nostro continente.

Il problema di fare fronte alle grandi sfide della storia si è già verificato, e ancora si manifesterà, in tanti campi nei quali occorre essere in grado di agire con la necessaria rapidità e la mobilitazione di enormi risorse.
Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 04 aprile 2021.

«Abbiamo fatto il primo passo verso la creazione del caucus federalista di parlamentari nazionali ed europei che condividono l'idea che la Conferenza sul futuro dell'Europa sia un'opportunità per trasformare l'Unione Europea»
 

L'Appello – tradotto in cinque lingue – è stato lanciato per l’avvio della Conferenza sul futuro dell’Europa dall’Unione dei Federalisti Europei (UEF) e dal Gruppo Spinelli al Parlamento Europeo in occasione della firma della Dichiarazione congiunta delle tre istituzioni europee il 10 marzo, per chiamare a raccolta le forze che intendono battersi per costruire un’Europa federale, sovrana e democratica.

Firma l'appello >>>

In vista dell'inaugurazione della Conferenza sul futuro dell'Europa, si è tenuto il 4 maggio l'evento online "Parlamento europeo e parlamenti nazionali insieme per un'Europa federale, sovrana e democratica", momento di confronto e di dibattito promosso dal Movimento Federalista Europeo (MFE) insieme all’Unione europea dei federalisti (UEF), in collaborazione con il Gruppo Spinelli.

Gli Stati Uniti hanno proposto l’applicazione a livello internazionale di un’aliquota minima globale sui profitti esteri delle multinazionali. Ma nell’attesa di un accordo globale, l’Ue è determinata ad agire anche in modo unilaterale.
Articolo pubblicato su Euroactiv il 5 maggio 2021.

Articolo pubblicato sull'Huffington post del 25 aprile 2021.

Il 2021, l’anno in cui prenderà vita la Conferenza sul futuro dell’Europa, sancirà anche la preannunciata uscita di scena dalla politica di Frau Merkel. I sondaggi pongono un interrogativo su chi governerà la Germania e su quale sarà la posizione tenuta dal nuovo capo di stato tedesco.

Ripercorriamo le vicende dell'avvio della Comunità Europea.
In questi 70 anni, il processo di integrazione europea ha conosciuto luci ed ombre. Con la Conferenza sul futuro dell'Europa può giungere ad una svolta.

La piattaforma digitale è concepita come un grande momento di democrazia partecipativa sovranazionale – un unicum ad oggi nel suo genere. Chiunque può iscriversi, vi invitiamo a seguire con continuità l'account del MFE e a promuovere le sue proposte e i suoi eventi.